Natale tempo di racconti: autrici magiche, da leggere nel più magico periodo dell’anno

Le serate invernali, specie quelle prossime al Natale, sono perfette per gustare dei racconti, magari sotto al plaid, mentre le lucine natalizie sbrilluccicano allegre e intermittenti.

In questo articolo vi voglio consigliare i racconti di tre autrici molto differenti tra loro, ma accomunate da un tratto distintivo: la magia.

gif animata lampadine natale

Racconti magici di magiche autrici

 

“Sinfonia in nero” di Paola Gianinetto – Emma books

Se amate le atmosfere gotiche, le creature oscure e non disdegnate un po’ di raffinato erotismo (esclusivamente letterario, così potrete rimanere sotto al plaid e tenere i calzini!),Paola Gianinetto saprà darvi grandi soddisfazioni.

Sinfonia in nero narra l’incontro tra un vampiro “esperto” (ovvero vecchio di secoli ma bello da far girare la testa alle donne vive, morte e non morte), e una giovane neofita che deve ancora accettare la sua condizione di vampira.

Il racconto è avventuroso, elegante, piccante, esotico, emozionante, spaventoso…Insomma, un caleidoscopio di sensazioni forti che vanno dal rosa al noir, attraversando il rosso carminio.

Paola Gianinettoè estremamente abile nel far passare il lettore da uno stato emotivo all’altro, seppur nello spazio ristretto di un racconto.

Talvolta gli autori “di genere”sono accusate di avere una scrittura di qualità mediocre, non all’altezza delle aspettative dei lettori; questo tuttavia non è assolutamente il caso di Paola Gianinetto, che ha invece un tratto raffinato e di notevole impatto.

Sinfonia in Nero fa parte della saga Principi Azzurro Sangue, composta da cinque romanzi e due racconti, editi esclusivamente in formato digitale da Emma books.

La saga dei principi vampiri ha avuto un grande successo tra le cultrici della letteratura di genere, che negli ultimi tempi hanno mostrato una forte preferenza per i formati digitali.

Sinfonia in nero

“L’Odore” di Amal Bouchareb – Buendia Books

Un forte contributo al ritorno del racconto nel panorama editoriale si deve senz’altro agli ebook, che consentono di pubblicare grandi e piccoli formati con investimenti esigui.

Non tutti i racconti però si presentano in forma liquida, quelli della casa editrice Buendia Books, per esempio, nascono in formato cartaceo, in volumetti singoli (ovviamente per chi lo desidera, ogni racconto di Buendia Books è disponibile anche in versione digitale).

Il racconto che voglio consigliarvi è L’odore, di Amal Bouchareb, una storia nata in lingua araba e recentemente tradotta in italiano dalla stessa autrice.

In un paese non esplicitamente identificato,un’azienda è allo sbando a causa di un insopportabile e misterioso tanfo che si sta diffondendo per gli uffici, facendosi di giorno in giorno più pestilenziale.

Esasperate dal lagnarsi dei dipendenti, la direttrice generale e la sua scodinzolante assistente vorrebbero risolvere il problema, della cui veridicità tuttavia dubitano, essendo le uniche a non percepire l’insondabile fetore.

Il racconto è scorrevole, intrigante e pervaso da un soffuso alone esotico che vi farà desiderare di poter leggere altre pagine di questa autrice.

l'odore

“Gatta Topina e Buon Anno” di Consolata Lanza – Buckfast editrice

Se siete di appetito robusto e temete che un solo racconto possa non saziare la vostra fame di lettura, eccovi una raccolta di venti racconti: Gatta Topina e Buon Anno – racconti fantastici e del margine, di Consolata Lanza.

Che cosa si intende per racconti “fantastici”?

Non certo che possano essere ascritti al genere fantasy, né tantomeno al filone del realismo magico.

Leggendo questa raccolta non vi imbatterete in una ragazza che ascende al cielo piegando le lenzuola, mentre i suoi famigliari prendono atto del fenomeno con estrema serenità (fatta eccezione per la cognata,rammaricata del fatto che la giovane si sia trascinata in cielo le lenzuola buone). Non vi capiterà neppure di avere a che fare con elfi, orchi o nani, poiché le trame si sviluppano in contesti reali, seppur suggestivi quanto la Terra Di Mezzo. In compenso leggerete di mummie egizie che lasciano la teca del museo per darsi ai bagordi, di donne innamorate di roditori e di apparizioni mariane multiple in contesti urbani.

Il volume Gatta, Topina e Buon Anno contiene una selezione di racconti molto eterogenea: alcuni sono ironici, altri drammatici, altri ancora erotici, ma tutti accomunati da una piccola crepa, che si apre al margine della realtà, per sconvolgerla e sovvertirla.

gatta topina buon anno

 

luminaria gif animata

BUON NATALE E BUONE LETTURE A TUTTI, CI  RILEGGIAMO IL PROSSIMO ANNO!

 

PS: Gatta, Topina e Buon Anno sono i nomi di tre giovani egiziane, le cui mummie sono conservate al museo egizio di Torino. Non si conoscono le ragioni del prematuro decesso delle tre ragazze, ma l’ipotesi più accreditata è che si siano suicidate in seguito ad atti di bullismo, che le giovani avrebbero subito a causa dei loro nomi ridicoli.

 

raffigurazione egizia

Condividi: